Le ricerche delle Acli

Pubblicazioni delle indagini sociali

Rossini Roberto
Collana di indagini sociali realizzate dall’Iref

La collana nasce nel 2018, nel cinquantenario della costituzione dell’Iref, l’istituto di ricerche promosso dalle Acli per comprendere le principali trasformazioni che caratterizzano il nostro paese, con uno sguardo privilegiato su quel che accade nelle comunità locali, dove realizziamo progetti, iniziative associative e servizi di interesse collettivo. L’idea di approfondire le dinamiche in atto nella società italiana è quanto mai attuale. In un’epoca dominata dai big data e dall’influenza pervasiva dei social media si avverte sempre più l’esigenza di inquadrare i fenomeni avvalendosi di dati e riflessioni salienti, per fornire chiavi di lettura sensate sul presente e sul futuro. Attraverso i testi pubblicati in questa collana, la nostra associazione coltiva anche l’ambizione di partecipare al dibattito pubblico, formulando proposte concrete e innovative per affrontare le impegnative sfide sociali, politiche e culturali che la società contemporanea pone a tutti noi.

Roberto Rossini
Presidente Nazionale delle Acli

Le cinque Italie al voto

Il populismo e il sovranismo non sono sub-culture velenose iniettate nelle vene della società italiana da un oscuro manovratore, ma sono risposte radicali a disagi maturati in contesti dove l’incertezza economica e il degrado sociale hanno reso particolarmente vulnerabili i ceti medi e popolari. L’antidoto per debellare queste spinte regressive rimane la produzione di benessere economico diffuso, grazie al protagonismo della società civile e ad un welfare più inclusivo. Queste e altre riflessioni sono contenute nel libro Le cinque Italie al voto, che raccoglie alcune ricerche condotte dall’Iref tra il 2017 e il 2018 per conto delle Acli. Nella prima parte del volume, attraverso l’analisi di un ampio campionario di indicatori e dati estrapolati da fonti statistiche ufficiali, si compie un viaggio nell’Italia della crisi, cercando di capire quale sia la nuova geografia economica e sociale emersa nell’ultimo decennio e quale sia il ruolo che i corpi intermedi possono giocare nell’attuale scenario. Nella seconda parte, esaminando i risultati delle elezioni politiche del 4 marzo 2018 e confrontandoli con gli esiti delle tornate elettorali del 2008 e del 2013, ci si chiede se esista una relazione tra dinamismo economico e sociale da un lato e dinamismo politico dall’altro. La risposta è certamente positiva, sebbene con alcune contro-intuizioni piuttosto intriganti. La strada per tornare ad essere il Belpaese sarà lunga e faticosa, il libro vuole essere un piccolo contributo per tracciarne il percorso.

Valore lavoro

Cosa significa per le giovani donne del nostro Paese confrontarsi con il mondo del lavoro? A quali compromessi sono chiamate? E le donne delle altre generazioni come vivono la stessa esperienza? Valore Lavoro mette a tema lo svantaggio femminile nel mondo del lavoro, analizzando le opinioni e gli atteggiamenti delle donne che testardamente continuano ad abitarlo o a bussare alle sue porte. Ne emerge un quadro di grave penalizzazione per le giovani, che non si esaurisce nel tempo, ma accompagna le donne lungo tutta la vita lavorativa, seppure in forme diverse. Emergono, però, anche le istanze di emancipazione e realizzazione femminile, che vedono nel lavoro retribuito un ambito privilegiato e irrinunciabile per esprimersi.

Il ri[s]catto del presente

Cosa sta significando per i giovani italiani essere cresciuti sentendosi ripetere che il lavoro è un problema, soprattutto per loro? Il ri[s]catto del presente è il ritratto di una generazione nativa precaria, disposta a lavorare in deroga ai diritti tradizionali, con un’idea inedita del sindacato e delle tutele, capace in alcuni casi di aggirare le penalizzazioni subite nel mercato del lavoro. La ricerca confronta il punto di vista di tre diversi gruppi di under30: i figli degli immigrati, i ragazzi che sono andati a lavorare all’estero (gli expat) e quelli che invece sono rimasti in Italia, condizioni giovanili diverse, comunque sospese tra il ricatto della precarietà e tentativi di riscatto professionale.

Hai una domanda di ricerca? Vai qui